Esonero dal versamento dei contributi previdenziali

Esonero dal versamento dei contributi previdenziali

Come ottenere il codice di autorizzazione 2Q: istruzioni operative per l’utilizzo della misura alternativa agli ammortizzatori sociali, prevista dal Decreto Ristori. Dopo l'autorizzazione della Commissione Europea, l'Inps, con il messaggio 6.05.2021, n. 1836, ha fornito le indicazioni per accedere all'esonero contributivo disposto in favore dei datori di lavoro dal Decreto Ristori. La norma aveva previsto, in alternativa ai trattamenti di integrazione salariale e con esclusione del settore agricolo, la possibilità di beneficiare dell'esonero dal versamento…

La grana del bonus Covid-19 in dichiarazione dei redditi

La grana del bonus Covid-19 in dichiarazione dei redditi

Quell’inutile slalom tra i quadri dei modelli Redditi 2021 per indicare i contributi a fondo perduto ricevuti nell’anno 2020. Anche se gli importi dei contributi a fondo perduto non rilevano né ai fini delle imposte sui redditi, né ai fini dell'imposta regionale sulle attività produttive, le istruzioni dei modelli dichiarativi impongono la loro indicazione nei vari quadri. Indicazione, peraltro, che segue regole e modalità differenti a seconda che il contribuente: a) possieda redditi d'impresa (in…

Semplificare complicando, ancora un ossimoro fiscale

Semplificare complicando, ancora un ossimoro fiscale

Da decenni i professionisti economico-contabili invocano una semplificazione degli adempimenti; tuttavia, ogni qual volta si è emanato un provvedimento normativo a tale fine, si è raggiunto l’effetto opposto. Esaurita la premessa, peraltro ben nota agli addetti ai lavori, è appena il caso di precisare che la necessità di una profonda e risolutiva semplificazione degli adempimenti che ruotano intorno al sistema fiscale non è più differibile. Sono in gioco non solo la credibilità dell'Amministrazione Finanziaria, che…

Il ravvedimento operoso su reverse charge

Il ravvedimento operoso su reverse charge

Con l’interpello n. 301/2021 l’Agenzia conferma che se l’Iva è erroneamente applicata dal cessionario con inversione contabile, la detrazione è salva e la sanzione si applica in misura fissa, ma è ravvedibile. Una società non residente, con identificativo e deposito Iva in Italia, deve fatturare con Iva italiana la merce estratta dal deposito solo se l'acquirente non è stabilito in Italia. Negli altri casi, infatti, le disposizioni vigenti richiedono che l'acquirente stabilito in Italia integri…

Quale assistenza per gli anziani non autosufficienti

I rilevamenti statistici sui decessi da Covid-19 indicano chiaramente gli anziani non autosufficienti come la categoria più fragile e più colpita dal virus. La pandemìa ha posto quindi un serio problema di ripensamento dei servizi pubblici destinati all’assistenza di questi soggetti, in particolare quelli di tipo residenziale che hanno fatto registrare tra i loro ospiti un numero di decessi davvero inquietante. è perciò opportuno comprendere il funzionamento e l’assetto organizzativo di queste strutture. Le RSA…

Conti correnti e nuove regole

Dal 1.01.2021 sono entrate in vigore nuove norme di controllo per quei correntisti che si trovano in difficoltà. Secondo tali norme lo sconfinamento deve superare la “soglia di rilevanza”, cioè superare contemporaneamente sia una soglia assoluta (€ 100,00 o € 500,00, se si è privato nel primo caso, se si è impresa nel secondo) sia una relativa (1% dell’esposizione totale); inoltre lo sconfinamento deve protrarsi per oltre 90 giorni consecutivi (in alcuni casi come per…

Il curatore di eredità giacente

Quando si apre una successione ereditaria si possono presentare situazioni in cui non sempre la gestione dell’eredità risulta agevole oppure possono sorgere dissidi tra gli eredi o addirittura questi potrebbero risultare irreperibili. In questi contesti è opportuno nominare un curatore dell’eredità giacente.Vediamo di cosa si occupa il curatore e come richiedere la sua nomina al Tribunale competente. Quadro normativo – chi è il curatore L’istituto dell’eredità giacente è regolato dagli artt. 528-532 C.C. ed è…

Residenza fiscale

Molte persone credono che il dover pagare le imposte in Italia dipenda dal fatto di esserne cittadini. Invece la cittadinanza, a tale scopo, è ininfluente. Ai fini dell’assoggettamento dei propri redditi all’Irpef, quello che rileva è la c.d. “residenza fiscale”, da non confondere con il “domicilio fiscale” che, per le persone fisiche, coincide con il Comune di residenza anagrafica e determina l’ufficio territoriale dell’Agenzia delle Entrate di propria competenza. Il sistema tributario italiano, infatti, adotta…

Soggetto estero: sostituto d’imposta oppure no?

Soggetto estero: sostituto d’imposta oppure no?

Chiarimenti dall’Agenzia delle Entrate sulla possibilità di applicare la ritenuta d’acconto da parte di soggetti esteri, anche in caso di assenza dei requisiti propri del sostituto d’imposta. Tramite risposta ad interpello 27.04.2021, n. 297 l'Agenzia delle Entrate si esprime sulla possibilità di applicazione della ritenuta d'acconto ai dipendenti, da parte di soggetto estero senza i requisiti del sostituto d'imposta. Nello specifico l'Istante chiede se, in caso di ufficio di rappresentanza di azienda estera in Italia,…

Welfare aziendale e borse di studio

Welfare aziendale e borse di studio

L’Agenzia delle Entrate, con la risposta all’interpello 30.04.2021, n. 311, analizza la defiscalizzazione soffermandosi sulle condizioni per l’esenzione. Per costituire un piano di welfare aziendale defiscalizzato è necessario il rispetto di una serie di condizioni. In primo luogo, il piano deve essere rivolto alla generalità dei dipendenti o a categorie di dipendenti. L'espressione "categorie di dipendenti" va intesa anche con riferimento a tutti i dipendenti di un certo tipo, a prescindere che in concreto solo…