Taglio benzina prorogato al 5 Ottobre

Lo scorso marzo il decreto-legge con le misure di contenimento dell’aumento dei prezzi dell’energia ha introdotto la riduzione delle accise sulla benzina e sul gasolio impiegato come carburante per autotrazione. La riduzione dell’accise sul GPL è stata invece stabilita dal decreto 18 marzo 2022 del MEF, di concerto con il Ministro della Transizione ecologica.

Ricordiamo che in Italia il prezzo alla pompa di benzina, diesel e GPL è dato dalla somma di tre componenti: il costo netto del carburante + la accisa fissa + l’IVA al 22% calcolata su netto e accisa. Ad esempio nella terribile settimana dal 7 al 13 marzo 2022 il prezzo medio di 1 litro di benzina al distributore aveva toccato quota 2,18458 euro, di cui 1,06224 di costo netto del carburante e 0,7284 di accisa fissa per un totale di 1,79064 euro. Con l’applicazione dell’IVA al 22% (0,39394) il prezzo finale era appunto arrivato a 2,18458 euro/litro.

Il provvedimento varato dal Governo per calmierare le tariffe del carburante ha prodotto un significativo taglio dell’accisa di 25 centesimi di euro al litro (complessivamente 30,5 euro considerando l’Iva). Meno impattante ma comunque apprezzabile il taglio dell’accisa sul GPL, che è sceso di 8 centesimi di euro ogni kg. Inizialmente lo sconto doveva applicarsi per un solo mese, ma proroga dopo proroga è stato esteso fino a oggi e rimarrà attivo per lo meno fino al 5 ottobre 2022.

Ecco i nuovi valori delle accise su benzina, diesel e GPL a seguito del taglio:
ul>

  • Benzina: 0,4784 euro/litro (era 0,7284);
  • Gasolio usato come carburante: 0,3674 euro/litro (era 0,6174);
  • GPL usato come carburante: 0,18261 euro/kg (era 0,26777).
  • Lo sconto di 0,25 euro + Iva sulle accise ha avuto il merito di riportare il costo finale di benzina e diesel costantemente sotto i 2 euro al litro, salvo sporadiche impennate dei prezzi.

    Importante: nel periodo di vigenza dei tagli di accisa, allo scopo di non pregiudicarne gli effetti sui prodotti energetici impiegati, per gli esercenti trasporto di merci e trasporto di persone, nonché per gli esercenti servizio di taxi, è stata disposta la disapplicazione delle specifiche aliquote ridotte di cui ordinariamente beneficiano in quanto meno favorevoli.
    Il 6 aprile il ministro dell’economia Franco ha annunciato di aver firmato, insieme al ministro della transizione ecologica Cingolani, un decreto ministeriale che ha prorogato di 10 giorni il taglio dell’accisa su benzina, gasolio e gpl. La cui validità è stata dunque estesa a tutto il 2 maggio 2022. In seguito ci sono state altre cinque proroghe: la prima fino all’8 luglio, la seconda fino al 2 agosto, la terza, disposta con decreto Interministeriale del 19/7/2022, fino al 21 agosto, la quarta fino al 20 settembre 2022 e adesso la quinta fino al 5 ottobre 2022.

    Le ultime proroghe sono stata varate utilizzando il sovra-gettito Iva, come consentito dalla normativa.

    Fonte: Redazione TFDC

    Per avere informazioni e aggiornamenti tramite la nostra Newsletter, registrati qui

    Se sei interessato in merito ad eventi e novità fiscali che riguardano il nostro CAF seguici su Linkedin e Facebook!

    Lascia un commento

    Your email address will not be published. Required fields are marked *

    *