Rilevanza tributaria degli ormeggi dei natanti di un circolo nautico

Vanno considerati essenziali allo svolgimento delle attività sportive e come tali irrilevanti ai fini Iva i servizi di ormeggio delle imbarcazioni a favore dei soci del club nautico. Per beneficiare del regime agevolato occorre che le imbarcazioni siano idonee e funzionali al più immediato e completo esercizio dello sport nautico, che sia velico, sci d’acqua […]

The post Rilevanza tributaria degli ormeggi dei natanti di un circolo nautico appeared first on Sistema Ratio – Centro Studi Castelli.

Vanno considerati essenziali allo svolgimento delle attività sportive e come tali irrilevanti ai fini Iva i servizi di ormeggio delle imbarcazioni a favore dei soci del club nautico. Per beneficiare del regime agevolato occorre che le imbarcazioni siano idonee e funzionali al più immediato e completo esercizio dello sport nautico, che sia velico, sci d’acqua o pesca sportiva.
Come noto, il Legislatore tributario, sia in ambito Iva che in materia di imposte dirette, ha previsto specifiche disposizioni che, a particolari condizioni, prevedono la decommercializzazione di cessioni di beni e prestazioni di servizi rese, anche se verso pagamento di corrispettivi specifici, da associazioni e società sportive dilettantistiche a favore dei propri associati o soci.
Secondo quanto dettato dall’art. 4, c. 4 D.P.R. 26.10.1972, n. 633 (analogamente a quanto dettato dall’art. 148, c. 3 del Tuir) nella sua attuale versione in vigore fino al 31.12.2024, rimangono escluse da Iva le cessioni di beni e le prestazioni di servizi a favore di “…soci, associati o partecipanti verso pagamento di corrispettivi specifici, o di contributi supplementari determinati in funzione delle maggiori o diverse prestazioni alle quali danno diritto…” se “…effettuate in conformità alle finalità istituzionali da associazioni … sportive dilettantistiche…”.