La cessione del credito d’imposta per locazioni


Necessario l’invio di 2 comunicazioni se le operazioni riguardano canoni dei mesi 2020 e canoni dei mesi 2021.
Nuovo aggiornamento del modello per cedere il credito da locazioni, utilizzabile dal 15.02.2021, che accoglie anche i primi 4 mesi del 2021, introdotti dalla legge di Bilancio 2021 per le imprese turistico-ricettive, le agenzie viaggio e i tour operator. Il nuovo modello ormai accoglie tutti i mesi dell'anno e viene introdotto un campo dove indicare l'anno di riferimento delle mensilità. Pertanto, se si vorranno cedere i crediti riferiti, per esempio, ai canoni da marzo a dicembre 2020 e poi quelli da gennaio ad aprile 2021, come riportato nelle istruzioni, si dovranno compilare 2 distinte comunicazioni, una per il 2020 e una per il 2021. Si ricorda che condizione necessaria è il pagamento del canone.
La comunicazione della cessione del credito può essere presentata dal 13.07.2020 e al 31.12.2021, anche avvalendosi di un intermediario, attraverso l'apposita comunicazione telematica. Il locatario/cedente dovrà indicare la tipologia del contratto (locazione/affitto, leasing, concessione, contratto di servizi a prestazioni complesse e affitto d'azienda), l'anno e i mesi a cui si riferisce il credito d'imposta, l'importo maturato e quello ceduto (che può essere anche parziale). Poi vanno indicati gli estremi di registrazione del/dei contratto/i (fino a 10 contratti) e il codice fiscale del cessionario. È possibile utilizzare lo stesso modello per comunicare la cessione dello stesso credito pro-quota a diversi cessionari (fino a massimo 10).
Dal punto di vista del locatore/cessionario (nel caso si sia scelto di cedere il credito al locatore), invece, è necessario disporre delle proprie credenziali Fisconline ai fini dell'accettazione del credito. Si ricorda infatti che il credito ceduto può essere utilizzato da parte del cessionario dal giorno lavorativo successivo alla cessione e previa accettazione dello stesso. Quindi, per esempio, se la cessione avviene il giotno 16.02.2021, dal 17.02.2021 si può utilizzare, ma soltanto se il medesimo giorno il cessionario accetta il credito. Se l'accettazione viene effettuata il 18.02.2021, il credito sarà utilizzabile a partire da tale data.
Venendo quindi all'iter da intraprendere, si procede in questo modo.
1. Il locatario, per esempio attraverso l'intermediario (commercialista con Entratel e delega del cliente) deve accedere sul sito dell'Agenzia delle Entrate con i codici dell'intermediario: servizi per / comunicare / comunicazione cessione crediti d'imposta locazioni / compila una comunicazione; si procede quindi a inserire i dati del cedente (tra cui codice fiscale, tipo di operazione: 122 – cessione crediti art. 122 D.L. 34/2020 e anno di riferimento).
2. Il proprietario/cessionario invece attraverso le proprie credenziali personali (per esempio Fisconline) deve così procedere: servizi per / comunicare / piattaforma Cessione Crediti / Accettazione crediti/sconti. In questo luogo troverà il/i crediti che gli sono stati ceduti e potrà flaggare sull'accettazione dei medesimi, che quindi verranno riportati nel suo cassetto fiscale nell'area: Crediti Iva/Agevolazioni utilizzabili / Agevolazioni.
Il cessionario potrà utilizzare il credito ricevuto nel 2021 fino al 31.12.2021 oppure in sede di dichiarazione dei redditi (e in tal caso anche se gli è stato ceduto nel 2020) con il codice tributo 6931 (e non 6920). Come anno di riferimento deve essere indicato l'anno dell'avvenuta cessione, ossia il 2021 se, per esempio, è avvenuta nel 2021.

RATIO – CENTRO STUDI CASTELLI S.r.l.Via F. Bonfiglio 33 – 46042 Castel Goffredo (MN)Codice fiscale e Partita Iva: 01392340202Registro Imprese di Mantova n. 01392340202Capitale sociale € 10.400 i.v.


Lunedì-Venerdìore 9:00/13:00 – 14:30/17:00